Chimica Verde Prato

Chimica Verde Prato è uno sportello a servizio del territorio, nato come realtà territoriale dell’associazione Chimica Verde Bionet. Lo sportello è gestito assieme a Legambiente Prato, da professionisti provenienti dal mondo dell’industria e della ricerca.

 


Personale

Matteo Prussi

Matteo Prussi è un Ingegnere Industriale (iscritto all’Albo di Prato – nr. a705) specializzato nel settore delle energie rinnovabili, in particolare nelle tecnologie di conversione e della loro diffusione sul territorio.

Ha lungamente collaborato con il dipartimento di Energetica dell’Università di Firenze, come esperto di energie rinnovabili, specificatamente nel settore biomasse e biocombustibili, con particolare riferimento agli aspetti socio-economici connessi alle politiche di trasferimento di tali tecnologie. E’ inoltre in carica come Direttore del consorzio di ricerca RE-CORD.

Sulle tematiche inerenti i biocombustibili ha collaborato con il CEP dell’Imperial College di Londra per l’analisi di mercato sugli effetti delle attuali incentivazioni Italiane ed Europee.

Ha ottenuto il Dottorato di Ricerca in Energetica presso il Dipartimento di Energetica “S. Stecco”, dove ad oggi svolge attività di ricerca, discutendo una tesi sull’utilizzo di olio vegetale puro in Micro Turbine a Gas.

La sua attività nel settore della ricerca si colloca all’interno di progetti Europei per lo sviluppo di materie prime alternative per il settore della biomassa.

Niccolò Benedetti

Benedetti Niccolò è uno studente iscritto alla facoltà di ingegneria di Firenze (Unifi), diplomato al liceo scientifico N. Copernico. Interessato al settore delle energie rinnovabili è da poco diventato socio di Chimica Verde Bionet. Alla sua prima attività lavorativa si occupa della segreteria dello sportello di Prato.

Carta dei servizi

Lo Sportello per la Chimica Verde di Prato è in grado di offrire numerosi servizi per le imprese.

Lo Sportello è in grado di effettuare puntuali analisi dei processi produttivi, volte ad identificarne le criticità dal punto di vista ambientale. Tale tipo di analisi ha lo scopo di proporre interventi correttivi basati su soluzioni ambientamenti sostenibili, della chimica verde appunto.

  • Per valorizzare l’incremento di sostenibilità dei prodotti lo sportello può supportare le aziende nello sviluppo di marchi di sostenibilità ed ecolabeling.
  • Ad integrazione dell’analisi dei processi, lo sportello è in grado di effettuare analisi LCA (Life Cycle Assessment)  di prodotto o processo.
  • Lo sportello è inoltre in grado di supportare le iniziative imprenditoriali mediante la ricerca di finanziamenti a supporto dell’innovazione.